Tu sei qui

Immagine tomba di Lorenzo de Medici all'interno della Sagrestia Nuova
11
Fast track Senza prenotazione obbligatoria
Le Cappelle Medicee costituiscono dal 1869 un museo statale, ma la loro storia è strettamente legata a quella della Chiesa di San Lorenzo, a cui appartengono. Il museo è costituito dalla Sagrestia Nuova, disegnata e concepita nel suo arredo scultoreo da Michelangelo; dalla Cappella dei Principi, monumentale mausoleo in pietre dure; dalla Cripta, dove sono sepolti i Granduchi Medici e i loro familiari; e dalla Cripta lorenese, che accoglie, oltre alle spoglie della famiglia dei Lorena, il monumento funebre a Cosimo il vecchio “Pater Patriae”. L’accesso al museo è dalla Cripta a volte ribassate, sorretta da larghi pilastri in pietra serena. In questo ambiente furono collocati i corpi dei granduchi Medici e dei loro familiari, partendo da Cosimo I e terminando con Gian Gastone, ultimo granduca della dinastia che si estinse in Anna Maria Luisa, Elettrice Palatina. Capolavoro di Michelangelo la Sagrestia Nuova fu realizzata a péndant della Vecchia a partire dal 1519. Il museo conserva inoltre una parte del Tesoro della Basilica: parati sacri e magnifici reliquiari.  
piazza Madonna degli Aldobrandini 6
50123 Firenze , FI
+39 055 0649430

Orario


Note di accesso

Accesso diretto dalla biglietteria e inserimento nel primo slot di visita disponibile.

L'ultimo ingresso è un'ora prima della chiusura. 

Ingresso gratuito ogni 1° domenica del mese; accesso prioritario sospeso.
 

Accesso facilitato

Parzialmente accessibile

Photo gallery

Clicca per ingrandire